“Io non avevo mai deciso di volare”

Domenica 11 novembre ore 16,30 Teatro

“Io non avevo mai deciso di volare” è firmato da Pierpaolo Saraceno, interpretato dallo stessoSaraceno, Mariapaola Tedesco e Alessandro Lo Piccolo ed impreziosito dalle musiche di Concetto Fruciano. Racconta la storia di un’emigrazione oltreoceano degli anni ’40 in cui si intrecciano emozioni e ricordi di due uomini, sotto lo sguardo attento di una chiromante.

“Compà”, una grande amicizia e una chiromante. Il buio e il calore di una stanza dove un “carbonaro” svolge il proprio lavoro e uno spiraglio di luce che entra dalla prua della nave. Il corto teatrale, portato in scena dalla compagnia Onirika del Sud, è la storia dell’emigrazione degli anni ’40 fatta di disperazione e nostalgia, solitudine, voglia di riscatto e ricerca di una condizione migliore. Un viaggio oltreoceano, da Palermo a Buenos Aires, per un pezzo di pane. Un uomo che si stacca dalla sua terra per andare a lavorare nelle campagne argentine. A condividere con lui ricordi, pentimenti e parole di conforto, un altro uomo che per sbaglio entra in quel luogo buio.

Sulla scena pochi elementi, il tavolino con le carte della chiromante e i due protagonisti, Ciccio e Salvatore, impegnati in un dialogo serrato, ironico e drammatico allo stesso tempo. Le musiche scandiscono un continuo movimento. E tutto è dinamico. A fare da cornice il breve monologo della chiromante. Nella pièce emerge l’attualità di un dibattito sempre aperto, la condizione dei migranti. Alla disperazione si contrappongono la voglia di riscatto e la speranza di tornare. Perché la terra madre è lì, a braccia aperte, che aspetta il ritorno dei propri figli. Ma, a volte, tornare non è possibile, perché quella nave non sempre porta con sé il sogno di una nuova vita.