La croce fatta dal barcone dei migranti

Milano, nel presepe della chiesa la croce fatta dal barcone dei migranti: “Anche loro sono martiri”

Milano, nel presepe della chiesa la croce fatta dal barcone dei migranti: "Anche loro sono martiri"
La croce fatta con il legno di un barcone di migranti 
 Nella chiesa di via Giusti il parroco ha voluto realizzare un crocefisso con il legno di un relitto recuperato a Pozzallo: “Il presepe richiama il nostro dovere verso tutti i poveri del mondo”

Un piccolo presepe, nulla di vistoso, poche figure, ma a dominarlo il parroco ha voluto mettere una croce fatta con il legno ricavato da un barcone carico di migranti naufragato nel canale di Sicilia. E’ questa la scelta di don Mario Longo, un prete veterano della vecchia Milano, da tanti anni alla chiesa di via Giusti, nel mezzo della Chinatown meneghina. Don Mario ha voluto due presepi: nella chiesa, un presepe fatto dai ragazzi della Cresima con la loro creatività, e al bar dell’oratorio invece un secondo presepe, molto semplice, con una croce fatta con i resti di un relitto recuperato a Pozzallo. Una croce che diventa un simbolo, che ricorda il dramma dell’immigrazione alle centinaia di bambini e genitori che ogni giorno frequentano l’oratorio.

Milano, nel presepe della chiesa la croce fatta dal barcone dei migranti: "Anche loro sono martiri"