Sii un po Mago Epifania 2019

Come i Magi, anche tu, oggi, insieme ad altri, sei venuto qui davanti a Gesù per adorarlo.

Certamente non hai dovuto fare tanta strada come i Magi che venivano da lontano eppure, anche tu come loro, se sei qui è perché hai fatto certamente un cammino, molto più importante ed impegnativo, un cammino che non si misura certamente in Kilometri: un cammino di fede.

Come i Magi, se hai deciso di venire ad adorarlo, a passare un po’ di tempo con Lui lasciando tutte le altre occupazioni, è perché hai capito che Gesù è importante per te, per la tua vita e che stare con Lui vale più di ogni altra cosa. Ti sei accorto, come i Magi, che Dio non è un’idea, non è un “Ente supremo” o un “computer” che sa tutto e tutto controlla, ma è una persona, un amico che ti ama fino a dare la vita per te.

Ecco allora che seguendo l’esempio dei Magi, anche tu, adoralo, guardalo, ascoltalo, parlagli, rimani con Lui….

Ma come i Magi non fermarti all’adorazione ma offri anche tu dei doni:

  • L’oro e cioè qualcosa delle tue ricchezze, il tuo tempo, la tua intelligenza, la tua disponibilità a collaborare. Sono tante le occasioni che ti vengono proposte: c’è un “cesto” in fondo alla chiesa per un gesto di carità, c’è una cassetta per le offerte per collaborare alle spese della comunità, abbiamo sempre bisogno di disponibilità per il doposcuola, il catechismo, i vari gruppi della parrocchia, il canto, i lettori, per la catechesi dei genitori del Battesimo…
  • L’incenso. Oltre all’oro ecco un altro dono che anche tu puoi fare al Signore ed è la preghiera che puoi offrire in questo momento e in ogni momento della giornata. Pregare vuol dire riconoscere che Lui è più grande di te, che solo Lui può aiutarti a scoprire il senso di ogni cosa, vuol dire capire che abbiamo bisogno di Lui e che tanti in questo momento hanno bisogno del tuo ricordo al Signore…
  • La mirra: rappresenta il profumo della sofferenza, del dolore, che, come Gesù ci ricorda, serve per la salvezza del mondo, anche tu allora puoi offrire il tuo dolore, dal dolore fisico a quello psicologico, a quello spirituale, nessun dolore è inutile, anzi diventa dono prezioso se offerto per la salvezza del mondo. Così ci insegna Gesù…

Come il … quarto mago, apri lo scrigno della tua vita e offri al Signore i tuoi doni….

Don Mario