Open Day VII dopo mart. C2

L’altra domenica abbiamo vissuto un momento molto bello: “l’Open Day” della Parrocchia. Tanta gente, tanto impegno, tante parole, tanta gioia, tutti i gruppi della parrocchia, tanti, si sono presentati, si sono fatti conoscere e soprattutto si sono incontrati tra loro. Ora invece tanto silenzio, qui davanti al Signore fonte di tutta la nostra gioia e della nostra vita, per riflettere e pregare lasciandoci guidare dalle immagini che il Vangelo di ieri ci ha proposto.

Il tesoro nascosto

Quante persone domenica si sono meravigliate per le tante iniziative e gruppi della Parrocchia! Quante volte anche noi non ci accorgiamo dei tanti tesori nascosti?

Il regno dei cieli è proprio come un tesoro nascosto, non si fa vedere, non si mette in mostra. Molti, visitando l’oratorio, si sono meravigliati per tutto quanto viene proposto per i più piccoli e che prima non conoscevano, un vero tesoro nascosto!

Anche nella tua vita di ogni giorno però quanti tesori nascosti… prova a fermarti un attimo a riflettere e a scoprirli….persone, situazioni di vita, doti particolari, occasioni…

Molte volte non ci accorgiamo di tutte queste ricchezze che il Signore ci offre perché siamo troppi distratti… ma se riusciamo a scoprirle, allora la nostra vita si trasforma.

La perla preziosa

Pensando alla parabola della perla preziosa, ci ricordiamo che ogni uomo è sempre alla ricerca della felicità, di qualcosa che possa rispondere a questo suo bisogno. Quante volte però la nostra ricerca si lascia abbagliare da tante falsità, da tante vanità o cose materiali che ci procurano ancora più sete e ci lasciano alla fine insoddisfatti.

La perla preziosa, l’unica per la quale vale la pena di vendere tutto per ottenerla, è il regno dei cieli!

Se vogliamo veramente soddisfare la nostra sete di infinito, dobbiamo vendere tutto, lasciare le nostre sicurezze… troppe volte non siamo dei “cercatori di perle”, viviamo senza desideri grandi, accontentandoci di poco.

La rete da pesca

Alla fine dei nostri giorni ci sarà una parola definitiva sulla nostra vita e se non saremo riusciti a scoprire i tesori o ci saremo accontentati solo di piccole perle false, non avremo nulla di buono tra le mani e saremo pieni solo del nostro vuoto egoismo e delle miserie …

In questo momento di silenzio e di preghiera, chiediamo al Signore di essere sempre più simili allo “scriba discepolo del regno” perché sappiamo essere sempre attenti a scoprire e valorizzare tutto quanto c’è di buono attorno a noi e cercare sempre la vera gioia.

Preghiamo poi in maniera particolare per tutti coloro che ogni giorno donano il loro tempo e le loro doti nel servizio dei fratelli e dell’annuncio del Vangelo.

Don Mario