Il dubbio Giovanneo !!

“Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?”

Ecco il dubbio di Giovanni Battista.

In prigione per amore della verità e per fedeltà alla sua missione, Giovanni, riflette sulla sua vita, sente vicino il giorno della morte e vuole essere certo di aver visto giusto, di non aver speso la sua vita per niente, di essersi comportato secondo la volontà di Dio.

Lui, così deciso ha un momento di dubbio, di crisi!

Manda i suoi discepoli a chiedere luce a Gesù.

E ai suoi inviati Gesù cosa risponde?

Guardate i segni del regno che avanza, che è già in mezzo a noi …

Quali sono questi segni?

I ciechi vedono, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti resuscitano e ai poveri è annunciato il Vangelo!

Quanti anche ai nostri giorni cercano dei segni, in questo mondo in crisi dove sembra che solo il male, l’odio e la violenza sembrano farla da padroni e pretendono di imporre la loro volontà e visione della vita, cosa possiamo fare, cosa dobbiamo dire?

Dobbiamo dare luce, annunciare e far sentire la sua voce, dobbiamo portare amore e possibilità di vita nuova, eliminare le emarginazioni e annunciare agli “scarti” di questo mondo la bella notizia che Dio ci ama.

Ma come? Non con le parole ma con i fatti, con la nostra vita bella, con la luce delle nostre comunità aperte, dove ciascuno viene stimato e valorizzato per i suoi doni, tanti o pochi non importa, comunque diversi, dove vige la legge dell’accoglienza e dell’amore fraterno…. Ma sarà proprio così?

Forse, se tanti si fanno qualche domanda sulla reale forza del Vangelo è perché le nostre comunità, grandi (diocesi, comunità pastorali, parrocchie) o piccole (gruppi, famiglie) non sono proprio un esempio di questa bellezza e gioia del Vangelo e allora non sarà il caso di approfittare di questo avvento per provare a convertirci e cambiare vita?

Qui davanti al Signore esamina la tua vita e chiedi a Lui l’aiuto per essere sempre più coerente con la tua fede ed essere segno della presenza del Regno di Dio in mezzo a noi.

Intanto guardati attorno con occhi nuovi e scoprirai i segni del regno di Dio che avanza, il bene che viene seminato ogni giorno nei confronti di chi ha bisogno da tanti uomini, donne, giovani e ragazzi che come Gesù si fanno prossimo a chi soffre…

don Mario