Altrochè lotteria degli scontrini

Andava tutti i giorni ad attingere l’acqua indispensabile per la sua vita e quella dell’ultimo compagno. Un’azione abitudinaria, un po’ come capita a noi quando andiamo al supermercato e magari partecipiamo alla lotteria degli scontrini nella speranza di risolvere almeno qualche problema… e così, quel giorno, il Signore Gesù, nel suo pellegrinare per le strade del mondo, si ferma, attende quella donna e chiede da bere sconvolgendo tutte le aspettative e gli schemi: un Giudeo che parla con una donna, manifesta senza timore di avere bisogno, chiede un favore, offre un’acqua che disseta per sempre senza nemmeno possedere una brocca, mi conosce nel profondo… altrochè lotteria degli scontrini, quella donna ha risolto tutti i problemi della sua esistenza!

Anche oggi Gesù si è fermato qui, ha incrociato la tua vita fatta di piccoli e grandi problemi, fatta di grandi e piccole soddisfazioni ma soprattutto bruciata da una sete di infinito che nulla delle cose di questo mondo può soddisfare.

Allora lasciati interrogare da Lui, metti davanti a Lui la tua vita che come l’anfora della Samaritana, richiede di essere riempita dal suo amore, dalla sua Grazia.

Lasciati commuovere dalla Sua Sete, dal desiderio di Gesù di entrare in comunicazione con te, di realizzare con te e in te il regno del Padre.

Gesù ha sete di noi, delle nostre anime, e noi, a nostra volta, abbiamo “sete” di Lui.

“Il nostro cuore è inquieto finché non riposa in Te” così diceva Sant’Agostino che aveva per tanti anni cercato di soddisfare la sua sete con le cose e i piaceri di questo mondo e finalmente scopre in Gesù che continuava a cercarlo, l’unica fonte di acqua viva.

Solo Gesù ci può dissetare completamente, solo se crediamo in lui e cerchiamo di stare con Lui e di vivere per lui, allora tutti i nostri desideri, le nostre aspirazioni riceveranno l’unica risposta che ci potrà soddisfare pianamente.

Eccoci qui allora davanti a questa fonte di acqua viva che è il Signore per abbeverarci di Lui, per riempirci di Lui…

Facciamo allora il “pieno” di quest’acqua viva, così che, come dice Gesù alla Samaritana, diventi in noi sorgente di vita!

Rinnoviamo il nostro Battesimo quando per la prima volta ci siamo incontrati con il Signore che ci ha donato quest’acqua viva e, come la Samaritana, andiamo di corsa dai nostri fratelli ad annunciare il Vangelo.

Don Mario