Lui prega e tu?

È proprio una bella cosa fermarsi almeno una volta la settimana con un po’ di calma davanti al Signore, guidati dalla Parola della domenica per fare il punto del nostro cammino spirituale.

Molte volte, infatti, ci lasciamo prendere dalle cose che ci capitano e facciamo delle scelte che a prima vista ci sembrano giuste ma ci dimentichiamo di quello che le parole di Gesù nel Vangelo di ieri ci hanno ricordato e cioè che l’importante nella vita è compiere l’Opera per la quale il Padre ci ha creati e cioè fare la sua volontà.

Non sempre però riusciamo a capire qual è la sua volontà e molte volte facciamo coincidere la nostra volontà con la sua.

Di questo parlava anche Stefano nella sua predica riportata dagli Atti degli Apostoli e cioè del fatto che troppe volte il popolo di Israele, i suoi capi (ma anche noi, nuovo popolo di Israele), non hanno capito qual era la volontà del Signore e hanno spento lo Spirito che invece portava vita, luce e novità.

Essere cristiani non vuol dire tanto fare del bene ma compiere l’Opera di Dio.

È vero, molte volte i progetti di Dio non sono così semplici da comprendere o sembrano addirittura fallimentari, pensa alla croce…..

E allora in questo momento rileggi la tua vita, le tue scelte di ogni giorno, sono proprio secondo il progetto di Dio?

Cerchi di capire cosa vuole il Signore o cerchi di far capire al Signore cosa vuoi tu?

Di fronte all’Eucarestia, puoi facilmente verificarti guardando a Gesù, la sua vita, le sue scelte, la sua obbedienza alla volontà del Padre fino al dono totale di sé.

Chiedi allo Spirito di rinnovare in te i suoi doni, in particolare quello del Consiglio ma anche quello del Timore-Amore di Dio.

È bello, in questo momento, sapere che Gesù prega per tutti i suoi e quindi anche per te come ci ha promesso ieri nel Vangelo. Lui in questo momento, e sempre, ti pensa… e tu?

Don Mario

p.s.: In fondo alla chiesa puoi sempre trovare qualcuno che come Gesù, prega anche per te…