Scusi per Damasco?

Stiamo ormai per finire questo tempo pasquale che si concluderà con la solennità della Pentecoste e con la celebrazione della Cresima dei nostri ragazzi che porterà a tutta la comunità infiniti doni, la domenica seguente poi la Messa di prima comunione proprio nel giorno della festa della Trinità e la fine del mese di Maggio…. sono momenti importanti per tutti noi. Il Vangelo di ieri ci invitava a preparaci ad accogliere il dono dello Spirito che ci dà la forza di testimoniare, che ci protegge, ci difende, ci aiuta a leggere tutta la nostra vita con gli occhi di Dio e ci fa affrontare con serenità la lotta quotidiana.
Chiediamo al Signore di essere anche noi con la nostra vita, veri testimoni della presenza dello Spirito, perché molti possano vedere e aprirsi alla grazia del Signore. Lo Spirito, che, anche se non ce ne siamo accorti, anche oggi ci ha condotti qui, ci doni la forza e la serenità che nascono dalla consapevolezza della sua presenza dentro di noi così che anche nelle avversità della vita, sappiamo essere sempre sereni e pieni di fiducia nell’amore fedele del Signore e diventare luce per i nostri fratelli che ci incontreranno sulla strada.
È stata proprio la luce della testimonianza del martirio di tanti cristiani e in particolare di Stefano che ha abbagliato Saulo sulla via di Damasco ed è stata la luce del Battesimo e il dono dello Spirito che poi gli ha ridato la vista. Saulo, incontrato Gesù, lo ha testimoniato dovunque, utilizzando ogni occasione e ogni mezzo per annunciare il vangelo, anche con la sua difesa in tribunale come abbiamo ascoltato nella prima lettura di ieri.
E tu? Quando, come, dove e con chi riesci a testimoniare la tua fede?

Forse hai bisogno di andare a … Damasco per incontrarlo, come capitò e Saulo? Lasciati allora guidare dallo Spirito e, in questo momento di silenzio, come i discepoli, assieme a Maria nel Cenacolo, preparati ad accoglierlo e, lasciandoti guidare da Lui, a testimoniarlo.

Don Mario P.S.: in fondo alla chiesa puoi chiedere indicazioni per la via di …Damasco…